Resoconto SCAMBIO GIOVANILE ERASMUS+ IN SPAGNA "THEATRE AS A TOOL TO SHARE VALUES"

RESOCONTO ESPERIENZA DEI PARTECIPANTI ITALIANI

Dal 2 al 16 Maggio 2018 presso l’Ecohousing Valdepielagos a Madrid, si sono incontrati 25 ragazzi provenienti da Italia, Francia, Olanda, Turchia e Spagna per uno scambio giovanile finanziato dal programma Erasmus+.

gruppo ye spagna

L’obiettivo principale era sperimentare come il teatro sia uno strumento per la diffusione e lo scambio di valori importanti tra i giovani.

Di seguito le testimonianze dei partecipanti italiani che hanno vissuto intensamente questa esperienza.

Manuela, Roma, Youth Leader del gruppo

Un gruppo di ragazzi fantastico!

Le attività sono state molto partecipate da tutti e riuscite benissimo, lo spettacolo finale pure, il cibo e l’accoglienza eccellenti. L’organizzazione ospitante, Sol y Tierra del Cohousing Valdepielagos e l’intenso lavoro di Victor Torre sono stati impagabili, così come la sua fiducia in noi e capacità di delegare, includendo tanto noi youth leader, come i ragazzi nella progettazione, coordinamento ed implementazione, permettendo che si realizzasse uno youth exchange davvero partecipato e creato da tutti.

Voglio ringraziare in modo particolare i partecipanti italiani Serena, Emilio, Roberta, Waira Camilla ed anche a Maurizio (woofer a Valdepielagos) che si è unito in fratellanza al nostro gruppo, che hanno reso questa esperienza indimenticabile, grazie per la sudata e goduta preparazione della serata italiana, grazie per la sincerità degli incontri umani, grazie per la qualità della presenza di tutti.

Porto a casa nel cuore una nuova famiglia ora sparsa per l’Italia, che mi ha accolta come youth leader con l’orizzontalità con cui è giusto che sia!

Ci tengo a raccontare anche che i giovani partecipanti italiani hanno trovato in questo scambio giovanile un trampolino di lancio per il loro seguente Youth Exchange in Turchia! Tutto sta iniziare, essere se stessi e partecipare con dedicazione, il resto vien da sé.

facce dipinte ye spagnaRoberta, 23 anni, Catania

Gioco e Amore, sincerità e magia dello stare insieme, un concentrato di energia umana, senza confini territoriali o linguistici. Questo è ciò che è accaduto a Valdepielagos.

Comunione di saperi, di abilità, ma soprattutto di vite pronte a raccontarsi e ad ascoltarsi. Giovani (e meno giovani) con il desiderio di essere presenti, di generare sinceri e profondi incontri e scambi umani.

Sono grata alla vita e alla sua puntualità.

Ringrazio tutte le persone che hanno organizzato questo Youth Exchange: RIVE, Nicoletta, Manuela, Victor Torre e  “Sol y Tierra”.

Ringrazio chi ci ha ospitato con pazienza e dedizione, chi ha cucinato per noi, con premura e accuratezza.

Grazie a Manuela, leader attenta, implacabile organizzatrice, fanciullesca e allegra amica.

Grazie ai miei compagni italiani, amici e fratelli, per gli sguardi profondi dentro le nostre vite, per i goduti silenzi e per la musica che proviene dalle loro anime.

E grazie a tutte le altre persone con cui ho condiviso questa esperienza, per il coraggio, il gioco senza scopo, la tenerezza, l’empatia, la sensibilità, la cura e soprattutto l’Amore.

Serena, 27 anni, Torino

Quello che è successo a Valdepiélagos è stata una magia, un incontro tra persone mitiche, tutte diverse, ma accomunate da desideri simili: il contatto con la natura, uno stile di vita più cosciente verso l’ambiente e l’alimentazione, la voglia di scoprire se stessi, di togliersi la maschera e aprirsi al mondo così come si è.

Di quest’avventura porto nel cuore gli sguardi e la passione di Victor Torre, dell’associazione Sol y Tierra, di Mar e di Vitin, che hanno aperto la loro casa con generosità e pazienza inesauribili, di Loren, che mi ha ospitato nella sua casa con tutte le cure possibili e delle cuoche che ogni giorno hanno cucinato per noi e con noi con dedizione.

Mi porto nel cuore l’amicizia e la premura dei miei compagni italiani e la nostra amata youth leader Manuela, gli abbracci fraterni dei nostri compagni dall’Olanda, dalla Francia, dalla Spagna e dalla Turchia.

Curiosità, entusiasmo, interazione, infanzia e scoperta erano le parole che ci siamo detti durante la nostra videoconferenza organizzativa prima di partire, cercando di riassumere i nostri desideri per questa esperienza. Tutti questi temi sono stati abbracciati con amore e libertà.

L’organizzazione delle attività è stata impeccabile ed equilibrata, lasciando uno spazio importante ai partecipanti nella scelta di ciò che volevano fare durante la giornata e nella possibilità di organizzare loro stessi laboratori per trasmettere le proprie conoscenze agli altri. Questa magica interazione ha trovato il momento di culmine nello spettacolo finale, svolto in una piazza del paesino di Valdepiélagos, per gli abitanti, ma soprattutto per noi stessi, per dirci che ognuno di noi è una fonte ricchissima di creatività e idee. Questa è la prova che dalla buona sinergia con il nostro intorno possono scaturire forti emozioni.

Emilio, 29 anni, Fanano

Un’esperienza bellissima e molto stimolante!

Sono partito senza pensieri e tutto è sempre andato liscio perchè il progetto era ben strutturato e ben organizzato. Ho scoperto cos’è uno youth exchange Erasmus+, come si può organizzare e come va gestito.
Nonostante una struttura ben definita, il margine di libertà all’interno è stato massimo, l’associazione ospitante Sol Y Tierra ci ha accompagnati verso il progetto finale, tutti insieme, lavorando sul gruppo, sulle singole intenzioni, sulle passioni comuni, sulla comunicazione e su tantissime altre cose.
Ho imparato moltissimo perchè non mi sono mai sentito forzato, perchè facevo quello che più mi piaceva e perchè tutto era sempre pronto a disposizione.

L’energia del gruppo era bella, forte e variegata, mi sono divertito moltissimo, tra le serate tra di noi e quelle con la gente del posto.
Credo molto in questo tipo di progetti perchè sono una scintilla di vita in un mondo tenebroso, tutto intorno erano campi aridi e arati, animali trattati male, addirittura c’è stata la corrida il giorno che siamo partiti, vegetazione scarsa o del tutto assente fino all’orizzonte, mentre quello che è nato da questa piccola esperienza era immenso, è stato bello anche vedere le altre persone del gruppo interagire e creare nuovi contatti e nuove opportunità.

Indimenticabile!

panorama ye spagna

Camilla, 22 anni, Torino

Con il passare dei giorni diventammo Fratelli e sorelle. Solo con gli sguardi ci  raccontavamo i piu íntimi segreti, con i corpi giocavamo, come bimbi, con la musica ci fondevamo l’uno con l’altro.

Il teatro ci connetteva come radici di vecchi alberi della stessa foresta. E poi c’erano le chitarre, i tamburi, la pittura, i massaggi, l’acroyoga, i canti, gli abbracci lunghi… loro parlavano al nostro posto, senza fiatare, noi sapevamo.

Le sere, perdendoci a guardar le stelle, avvolti gli uni negli altri con in sottofondo risate, percussioni, canti... e io, chiudendo gli occhi, sentivo la tribú: Fratelli e sorelle dello stesso Mondo sperando nel per sempre, sperando che non finisse mai.

Arrivederci alla prossima avventura!!

 

Se sei interessato a partecipare i progetti che RIVE sta per realizzare, compila il modulo indicato nella pagina http://ecovillaggi.it/notizie/131-esperienze-negli-ecovillaggi-europei-per-i-giovani.html e sarai subito informato delle varie opportunità.

  • Nessun commento trovato

Questo sito non utilizza “cookie di profilazione”, e non sarebbe quindi tenuto a questo avviso che riportiamo solo per notivi prudenziali. Utilizziamo i cookie solo solo per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information