La Nuova Terra

Via Ferrovia 80, Beano di Codroipo (UD)
GPS: N 45.977319, E 13.02456
Tel.: 0432 618133, 0432 905724
www.ecovillaggiolanuovaterra.itwww.dimensione-eureka.it
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Profilo Facebook

A Codroipo (Udine), in frazione Beano, sorge da alcuni anni una nuova realtà: l'Ecovillaggio “La Nuova Terra”, dove la Vita si rinnova.

Per visualizzare online la galleria di immagini::
http://ecovillaggi.it/altrieco/40-nuovaterra.html#sigFreeId83197c81fa

La nascita dell’Ecovillaggio

È dal 1991 che un gruppo di persone provenienti da diverse parti d'Italia ha deciso di impegnarsi per migliorare concretamente le condizioni in cui si trova la Madre Terra con tutti i suoi "ospiti".

Nel tempo questo gruppo di persone si è strutturato in quattro centri operativi:

  • la Coop. Eureka che opera come Istituto di Ricerca, ossia come fonte di idee e nuovi impulsi;
  • l'Associazione Arca della Vita che opera divulgando i risultati delle ricerche di EUREKA;
  • la Coop. agricola La Nuova Terra che applica e sperimenta il metodo biologico -omeodinamico producendo ortaggi, frutta e cereali in campo e serra;
  • la Coop. in edilizia ecocompatibile "Casa e Salute" che si occupa della realizzazione di edifici di altissima qualità a basso costo sia per l'ecovillaggio che per terzi.

Nel 2006 è sorta la necessità di realizzare un Centro culturale che diventasse veicolo di conoscenza spirituale della Natura, arte, terapia e fraternità: il “Centro per la Biodiversità Casa per Michele” (dedicata all'entità spirituale portatrice dell'impulso alla libera azione cosciente).

Alla luce dei sempre più rapidi cambiamenti avvenuti nello scenario mondiale (perdita della biodiversità, degrado ambientale, crisi economica, cambiamenti climatici, ecc.) il Centro culturale è divenuto il cuore del progetto più ampio che ha determinato la nascita dell’Ecovillaggio: il tutto ora comprende aule, laboratori, spazi per la ricerca, edifici ad uso foresteria, strutture innovative per l'agricoltura (tunnel, stalla e centro aziendale), realizzate con materiali biologici, con forme particolari, con soluzioni energetiche alternative. Il nostro Ecovillaggio vuole essere una risposta alla situazione sociale attuale, per potere creare un luogo in cui imparare, sperimentare ed applicare nuove metodologie di agricoltura ecocompatibile in grado di sostenere la natura nella sua biodiversità, nuove tecniche di bioedilizia "povera" che noi definiamo di bassa tecnologia ed alla portata di tutti ma in grado di garantire una qualità di vita a standard superiori di quelli attuali, nuove soluzioni energetiche nell'ottica dell'autosufficienza, nuove metodologie di disinquinamento (da inquinanti fisico-chimici, da onde radar, campi elettromagnetici, fino ad arrivare ai pollini OGM, ecc.), nuovi sistemi di depurazione, rivitalizzazione e aumento della capacità bagnante dell'acqua e tutto quanto possa migliorare la qualità della vita per l'uomo ed i regni naturali.

Una scelta etica

Cosa ha spinto persone provenienti da ambienti diversi a unirsi, lavorando e vivendo insieme?
Il nostro impulso è quello di testimoniare la possibilità concreta di vivere in armonia non solo l'uno con l'altro ma cercando di aiutare e migliorare le condizioni di Madre Terra e di tutti i Regni che essa, generosamente, ospita. I valori fondanti della nostra comunità sono i valori primari del cristianesimo. I metodi e le soluzioni adottate nel nostro vivere quotidiano scaturiscono dallo studio della Scienza dello Spirito antroposofica. Le persone legate ai vari settori (agricoltura, officina, ricerca, ecc…) si riuniscono inoltre periodicamente e l'intera comunità si riunisce due volte alla settimana per approfondimenti, scambio di esperienza, confronto e studio.

I problemi che possono sorgere in uno qualsiasi dei nostri settori vengono discussi da tutti, le difficoltà personali o comunitarie vengono intese come occasioni di crescita e miglioramento e le decisioni vengono prese all'unanimità in assemblea.

I pasti principali (vegetariani e a base principalmente dei nostri prodotti agricoli) vengono consumati insieme fino al sabato.

Non abbiamo ancora la possibilità di alloggiare all'ecovillaggio in quanto gli edifici non sono ultimati, ma ci siamo riuniti in foresterie situate nei comuni limitrofi facendo in modo che in ogni foresteria ci fosse più di un nucleo familiare, in modo da vivere la comunità per quanto finora possibile. La comunità provvede alle spese per gli affitti e le bollette e le risorse economiche vengono equamente condivise.

Le attività dell’Ecovillaggio

L'Ecovillaggio si estende su una superficie di 12 ettari coltivati a ortaggi, erbai e frutteto. Ben 8.000 metri quadrati sono dedicati ai tunnel per la coltivazione protetta ed una parte dell'azienda è riservata alle parcelle sperimentali di EUREKA per la rigenerazione delle piante (miglioramento varietale, resistenza alla siccità ed agli stress climatici).

In azienda viene applicato il metodo agricolo biologico-omeodinamico (ossia l'omeopatia applicata al metodo biodinamico), un metodo totalmente ecologico e privo di residui e in grado di portare miglioramenti al terreno anziché depauperarlo.

Gli edifici dell'Ecovillaggio sono stati realizzati secondo i moderni criteri della bioedilizia (il nostro Centro Aziendale è probabilmente il più grande edificio in legno e paglia di Europa) a cui EUREKA ha applicato anche lo studio delle forme e le leggi della geometria sacra, per realizzare ambienti confortevoli e di alta qualità a bassissimo costo. Da questi studi è nata la Cooperativa Casa e Salute che si occupa della realizzazione di tali edifici.

”La Nuova Terra” è associata al circuito internazionale WWOOF per lo scambio di esperienze in agricoltura biologica. Particolare cura è dedicata agli studi sulle energie rinnovabili e al disinquinamento ambientale. Un altro ambito particolarmente curato è la crescita personale, per cui si organizzano corsi, seminari e conferenze sia all'Ecovillaggio che in Italia e all'estero. Nell'Ecovillaggio lavorano circa una trentina di persone, tra singoli e famiglie, il cui proposito è creare una realtà comunitaria che sia di testimonianza di un nuovo modo di rapportarsi con la Terra, con le piante, con gli animali e con l'uomo in una visione olistica che non comprenda solo il piano fisico-materiale.

I settori in cui operiamo sono:

  1. Agricoltura: sviluppo di nuove metodiche a bassissimo impatto ambientale ed economicamente sostenibili mediante l'utilizzo di fitopreparati opportunamente potenziati per sviluppare il processo di formazione dell'humus (anche senza concimazione organica), sostenere le funzioni vitali delle piante (radicazione, vigoria, azotofissazione, fioritura, fruttificazione, conservabilità, resa in olio, grado zuccherino, ecc.), migliorarne la resistenza alle varie parassitosi ed agli stress climatici (eccesso o scarsità di acqua, luce, calore, ecc.) ... e ancora altro.
  2. Verde funzionale (giardini tematici, orti urbani, verde pensile, barriere antirumore, ecc.).
  3. Zootecnica e zoologia (studio di stalle e ricoveri per migliorare il benessere animale, consociazioni positive tra animali, reinserimento dell'animale nel ciclo lavorativo, ecc.).
  4. Fauna problematica (allontanamento di cinghiali, topi, colombi, formiche, lepri, zecche, calabroni, lumache, ecc.).
  5. Disinquinamento (da campi elettromagnetici, onde radar, pollini OGM, sale, idrocarburi, disturbi derivanti dai leganti cementizi, ecc.).
  6. Bioedilizia (utilizzando antiche pratiche che contemplano l'impiego di materiali naturali a basso costo, quali paglia, legno e lana).
  7. Ciclo dell'acqua (depurazione dell'acqua, sua rivitalizzazione, aumento della sua capacità bagnante, ecc.)..
  8. Energie alternative (aeromotori per pompaggio acqua, produzione di energia elettrica e meccanica, energia solare, ecc.).
  9. Trasformazione alimentare (ottimizzazione e miglioramento biologico di impianti produttivi alimentari, aumentata resa quanto-qualitativa in caseifici, cantine vinicole, frantoi, ecc.).
  10. Dispositivi miglioranti la qualità della vita (letti, battiscopa, lampadari, cornici, protezioni per cellulari, protezioni per l'ambiente domestico, ecc.).
  11. Ecologia domestica (soluzioni specifiche ai problemi di cui sopra per privati e famiglie).

Non ci consideriamo "già arrivati", bensì in cammino. Siamo aperti alle visite, al dialogo ed allo scambio. Non desideriamo creare un’isola felice in sé conchiusa, ma realizzare e proporre un modello di vita che chiunque possa condividere con noi o riprodurre altrove nell'armonia, nella verità, nella fratellanza e nella coscienza.

Ringraziamo tutti coloro che ci hanno aiutato, ci aiutano e ci aiuteranno a realizzare tutto questo.

  • Nessun commento trovato

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information